Inventore del World Wide Web chiede di regolare Facebook

Condividi!

Sir Tim Berners-Lee, inventore del world wide web, ha chiesto di regolamentare le grandi multinazionali di Silicon Valley per impedire che il web sia strangolato dal potere di queste corporations.

“Facebook, Google e Twitter controllano quali idee e opinioni possono essere viste e condivise. Quella che una volta era una ricca selezione di blog e siti web è stata compressa sotto il peso potente di poche piattaforme dominanti”, ha scritto il sessantatreenne informatico britannico.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Queste multinazionali, che agiscono come veri e propri ‘cancelli’ online, possono bloccare l’accesso al mercato e proteggere il loro potere acquisendo rivali minori, acquistando innovazioni e assumendo i migliori talenti del settore, rendendo più difficile per gli altri competere”.

Anche in Italia è tempo di regolamentare facebook come si fa con gli altri media. Non ha senso che possano discriminare in base alle idee politiche che contrastano con quelle del loro brufoloso fondatore mentre lo stesso è vietato al semplice gestore di un locale.

Ma la questione va vista anche in senso più ampio. La Globalizzazione sta concentrando la ricchezza in una misura mai vista prima nella storia dell’uomo, questa concentrazione di denaro in poche mani minaccia il concetto stesso di democrazia. Non è tollerabile che vi siano multinazionali più ricche di intere nazioni. Devono essere fermate. E l’unico modo è regolamentare e mettere barriere doganali. Altrimenti finiremo tutti per essere sudditi di qualche corporation.




Lascia un commento