Don Biancalani ci ricasca, un altro dei suoi profughi spaccia in centro

Condividi!

Solo ieri, la notizia che don Biancalani ha aperto le propri ‘porte’ ad altri africani:

Don Biancalani ingordo: “Ho accolto altri 60 giovani maschi africani”

Il giorno prima uno di loro ne aveva accoltellato un altro, ma il prete bagnino derubricava il tutto a ‘cosa da nulla’. Come aveva fatto quando droga pronta allo spaccio venne trovata in canonica.

Ora un altro dei suoi ospiti, un 20enne gambiano, richiedente asilo, è stato arrestato per spaccio a Pistoia. Il giovane, domiciliato nella foresteria annessa alla Chiesa di Santa Maria Maggiore a Vicofaro, era già stato arrestato nel maggio del 2017 per un analogo fatto. Ma non era stato espulso.

VERIFICA LA NOTIZIA

Don Massimo Biancalani, famoso per aver portato i migranti in piscina, è noto per non redarguire i suoi protetti, anche quando spacciano. Alle due di questa notte nell’ambito di un servizio antidroga eseguito dai militari del Norm di Pistoia, è stato bloccato nel vicolo della Torre, dopo avere ceduto una dose probabilmente ad un giovane che è riuscito a dileguarsi a piedi nelle viuzze del centro storico.

I militari hanno trovato addosso allo spacciatore sei involucri già pronti dello stesso stupefacente nascosti negli slip e la banconota appena ricevuta dallo sconosciuto assuntore. La perquisizione ha riguardato anche il posto letto che il giovane occupa nella struttura che lo ospita.

Di quali protezioni gode don Biancalani? Perché il suo ritrovo di spacciatori africani non è ancora stato sgomberato?




Un pensiero su “Don Biancalani ci ricasca, un altro dei suoi profughi spaccia in centro”

Lascia un commento