Dipinti femminili coperti perché turbano politiche di sinistra

Condividi!

Piepgras ha venduto le sue opere d’arte in tutto il mondo. Dipinti che descrive come un “omaggio alla bellezza e alla femminilità”. Oltre 200 visitatori sono intervenuti al
suo vernissage nel municipio di Heikendorf . Ha venduto dieci foto quella stessa sera.

Ma, racconta: “Quello che è successo dopo non l’ho mai vissuto in 25 anni di attività e con circa 500 dipinti realizzati”, ha detto il 54enne.

Il sindaco Alexander Orth lo ha chiamato riferendogli che le immagini avevano causato indignazione tra le politiche femministe del consiglio comunale. Si è parlato di molestie percepite attraverso le immagini, parallelismi con il dibattito #MeToo, il movimento cui le starlette del cinema si sono scoperte improvvisamente vittime di molestie da parte dei registi.

Per questo, le sue opere esposte nel municipio sono state coperte, velate sarebbe più opportuno dire.

Prima di ogni riunione della giunta, Piepgras copre le immagini. Così le politiche ‘molestate’ dalle immagini non vengono a trovarsi con le immagini ‘turbanti’. Il pittore definisce tutto questo “assurdo”. “Le immagini non mostrano né caratteristiche sessuali primarie né secondarie”. “È vicino alla censura dell’arte”.

VERIFICA LA NOTIZIA
I fanatici islamici e le boldrini sono estremi che si toccano. Stesso fanatismo iconoclasta.




Lascia un commento