Cinesi si comprano Venezia e cacciano i veneziani

Condividi!

Prosegue anche in campo economico la sostituzione etnica e la devastazione del nostro tessuto sociale

Altri 3 bar a conduzione veneziana a fine marzo diventano cinesi. Non è certo una novità nel panorama commerciale della città, ma la loro particolarità è che si trovano condensati in trecento metri, tutti nella fondamenta di Cannaregio. Insomma, invece della manifestazione inaugurale del Carnevale, presto sarà più facile che le rive del rio di Cannaregio ospitino i draghi del capodanno cinese, anche perché un quarto bar, posto di fronte alla fermata dei Tre Archi, è già da tempo cinese.

VERIFICA LA NOTIZIA

Cominciamo dal bar gelateria Da Nini, al civico 1306 di Cannaregio, accanto al ponte delle Guglie. Aveva cominciato l’attività nel 1972, grazie a papà Giovanni, detto Nini e mamma Lorenza Lori, che vi ha lavorato fino a pochi mesi fa. La gestione è quindi passata ai figli Valter e Mauro. «Siamo stanchi – confida Valter – Il bar ha 46 anni di vita e noi 30 di lavoro, a svegliarci presto il mattino e rincasare tardi. Una volta qui si producevano gelati e dolci in proprio, con le macchine che lavoravano tutto il giorno e si rompevano spesso. Un tempo si lavorava molto ma anche si guadagnava. Adesso il gioco non vale più la candela ed è un’attività che abbiamo sconsigliato ai nostri figli perché senza più prospettive». A metà fondamenta di Cannaregio, al civico 1038, ecco il Ma Ciao!: il bar era stato inaugurato appena la scorsa estate dai fratelli Andrea e Francesca Mazzuccato, già gestori del prospiciente ristorante pizzeria Ai Tre Archi. Infine il capostipite dei bar in fondamenta, chiamato MQ10 al civico 1022. È stato il primo a puntare sulle potenzialità della fondamenta e a realizzare un plateatico sempre affollato da primavera ad autunno. È già chiuso e riaprirà in aprile sotto la nuova gestione cinese.

E’ vergognoso che non vi siano leggi che tutelino l’italianità delle attività commerciali, in nome di un demenziale liberismo che ci sta portando alla fossa economica e sociale. Quello che sta avvenendo è occupazione del territorio, gli immigrati ci stanno lentamente – e nemmeno troppo – cacciando dalle nostre città.

Venezia è guidata da una giunta di Cdx. Il Veneto è a guida leghista. Ok le leggi nazionali, ma datevi una svegliata. Ci stanno sostituendo.




Lascia un commento