La base dello spaccio è il condominio occupato dai migranti

Condividi!

La base di una organizzazione di spacciatori di droga pakistani si è scoperto essere il famigerato Hotel House di Recanati. Chi l’avrebbe mai detto:

Macerata, il condominio di 17 piani abitato da 2mila clandestini – VIDEO

E’ qui e’ in corso dalle prime ore un’operazione, denominata ‘End River’, da parte dei carabinieri, con esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 3 pakistani accusati di concorso in spaccio continuato di sostanze stupefacenti. L’operazione e’ condotta dai carabinieri del Reparto Operativo di Macerata, con il supporto dei militari della Stazione di Porto Recanati e della Compagnia di Intervento Operativo del 6^ Battaglione Carabinieri “Toscana”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il provvedimento disposto dal Gip del Tribunale di Macerata nei confronti di 3 cittadini pakistani conclude un’attivita’ investigativa condotta dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Macerata che ha permesso di accertare il coinvolgimento, a vario titolo, dei 3 soggetti nello spaccio continuato di eroina. I dettagli dell’operazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa, che sara’ presieduta dal Procuratore capo della Repubblica di Macerata, Giovanni Giorgio, in programma alle 11.30 presso la caserma sede del Comando provinciale carabinieri di Macerata.

C’è un solo modo di risolvere la situazione: abbattere l’hotel house.




Lascia un commento