Voto Estero, il PD fa incetta di seggi

Condividi!

Scandalo brogli nei voti esteri? Casualmente sono in maggior parte del centrosinistra i nuovi parlamentari eletti nelle circoscrizioni estere. I 18 seggi del voto estero sono stati assegnati, anche se lo scrutinio non è ancora definitivo perché, ancora casualmente, alcuni verbali di voto non si trovano.

Iniziano i brogli, 3mila schede truccate

Dei 12 seggi in palio alla Camera, 5 vanno al Pd, 3 al centrodestra e uno rispettivamente a M5s, Maie, Usei e +Europa. Dei 6 seggi al Senato, il Pd e il centrodestra ne conquistano 2. Nessun seggio ai Cinquestelle mentre ne prendono uno ciascuno Maie e Usei. Complessivamente dunque il Pd conquista sette seggi, il centrodestra cinque, il Maie e l’Usei due, il Movimento 5 Stelle e +Europa uno per un totale di 18 (12 alla Camera e sei al Senato). In America settentrionale e centrale hanno votato, per la Camera, in 108.729 (27,94%) su 389.060 elettori. Sono state 14.325 le schede non valide (di cui 942 bianche) e 68 le schede contestate. Al Senato, invece, hanno votato in 102.233 (28,22%) su 362.207 elettori. Sono state 13.085 le schede non valide (di cui 839 bianche) e 2 le schede contestate.

VERIFICA LA NOTIZIA



Lascia un commento