Ventimiglia sotto assedio: “Farò come Luca Traini”, firmato il vendicatore

Condividi!

Troppe violenze. Troppi clandestini che bivaccano ovunque sollazzati da Croce Ro$$a e preti migranti. La gente di Ventimiglia non ce la fa più. E qualcuno guarda a Luca Traini.

Ventimiglia: immigrati devastano auto e palazzo, italiani presi a sassate

“Sindaco, basta negri!”, si legge nel testo della missiva recapitata al primo cittadino del PD Ioculano, “Capisco che implicitamente danno una mano all’andrangheta che tu sostieni. Ma noi ne abbiamo le scatole piene!”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Nella lettera vengono citati a esempio i fatti di Macerata dello scorso febbraio, quando Luca Traini sparò a presunti spacciatori africani, uno dei quali compagno di stanza di uno dei profughi che hanno fatto a pezzi Pamela: “Scippi, violenze, spese per mantenere spacciatori e prostitute. L’Italia agli italiani! L’eroe di Macerata insegna. Anche Ventimiglia avrà la sua strage con te in testa e una decina di “sporchi negri”. Contaci! Un eroe vendicatore”.

L’onda nera si abbatte sulle città italiane, guerriglia africana a Ventimiglia e Firenze – VIDEO

Quando porti la situazione oltre il limite della sopportazione, arrivano i giustizieri. E’ tempo di un governo Salvini, prima che sia troppo tardi. Fate un giro sul web, troverete migliaia di post e immagini (foto) inneggianti a Luca Traini. E’ quello che accade dopo anni di invasione.




Lascia un commento