Un altro bambino adescato su Facebook da gay

Condividi!

Un impiegato quarantenne di Trento è stato arrestato per pedofilia con l’accusa di avere adescato un minorenne sui social.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Rovereto su richiesta della Dda di Trento ed eseguita dalla polizia, è arrivata dopo una serie di accertamenti sul materiale informatico sequestrato all’indagato. Secondo l’accusa, l’uomo aveva stretto un’amicizia online con un ragazzino, seguita da approcci hard attraverso l’uso della webcam e dal tentativo di avere una serie di incontri a sfondo sessuale.

Facebook choc, chiede a utenti se ok adescare bambini

Le indagini, condotte dalla Polizia postale e delle comunicazioni del Trentino Alto Adige, sono iniziate a seguito delle denuncia della madre del minorenne che si era accorta degli strani comportamenti del figlio. L’analisi dello smartphone del ragazzo hanno consentito agli investigatori di risalire al presunto adescatore.

Il bambino brufoloso censura le idee, non i pedofili e i terroristi islamici.




Lascia un commento