Spia morta: Inghilterra minaccia ritiro da Russia 2018, clamoroso spiraglio per Italia

Condividi!

L’avvelenamento dell’ex spia Serghei Skripal potrebbe portare l’Italia a Russia 2018. “Sarebbe difficile procedere normalmente con la partecipazione dell’Inghilterra ai Mondiali di calcio se emergessero nuovi comportamenti ostili da parte di Mosca e in particolare prove di un coinvolgimento dello Stato russo nel presunto avvelenamento di Serghei Skripal”, ha dichiarato il ministro degli Esteri britannico, Boris Johnson.

VERIFICA LA NOTIZIA

Al momento non è ancora chiara la portata delle dichiarazioni di Boris Johnson. I tabloid parlano apertamente di boicottaggio di Russia 2018, altri invece smorzano la questione, sottolineando che il ministro si riferiva soltanto alla partecipazione ai Mondiali di personalità istituzionali e dignitari e non alla squadra.

E’ chiaro che, nel caso di bizzarro boicottaggio, l’Italia sarebbe la prima scelta della Fifa per sostituire l’Inghilterra. #HaStatoPutin.

– Skripal aveva subito la morte della moglie Liudmilla, trasferitasi col marito in Inghilterra nel celebre scambio di spie del 2010 “Anna la rossa”, deceduta per un tumore nel 2012, e anche del figlio 43/enne, in un recente ma non meglio precisato “incidente” in Russia insieme la fidanzata, durante una vacanza .




Lascia un commento