L’unico governo possibile è un governo populista

Condividi!

Il giornale svizzero Repubblica fa già l’elenco delle maggioranze possibili, a livello di matematica:

In teoria ci sono diverse possibilità. Alcune totalmente fantascientifiche, come un’alleanza che includa Grillo e Berlusconi o Lega e Boldrini. Poi ci sono quelle che includono Lega e M5S (magari anche con FdI) oppure M5s e PD (magari anche con Boldrini). In realtà, delle due, solo la prima è percorribile a livello politico, seppure non probabile.

Ci spieghiamo. Un governo tra PD-M5s e LEU avrebbe solo 178 senatori, appena 17 in più della maggioranza necessaria. Ma non tutti gli eletti del PD sono del PD: Casini e gli Alfaniani non sono sommabili ai Cinquestelle, e basta che una decina di piddini di centro (in realtà i renziani sono quasi tutti gli eletti) non partecipi, per rendere impossibile – come è – la nascita di un governo del genere.

Per questo, l’unico governo possibile è un governo Lega-M5s. Oppure un governo di Cdx di minoranza che nasca grazie all’uscita dall’aula del PD, ma sarebbe politicamente impraticabile. Impossibile la nascita di un governo di minoranza M5s, perché l’uscita dall’aula del PD, in quel caso, metterebbe il movimento in minoranza rispetto al Cdx.

Quindi non ci sono alternative. O un governo tra le due fazioni del populismo oppure un’altra tornata elettorale, magari preceduta da un breve governo di minoranza che faccia una nuova legge elettorale.

 




Lascia un commento