Kenya, operano al cervello il paziente sbagliato

Condividi!

E la gente dà ragione a Trump

Scena tipica di un filma di Fantozzi. Sette medici in Kenya sono stati sospesi dopo aver trapanato il cranio di un uomo per rimuovere un ematoma, ma era il paziente sbagliato. L’incredibile errore è stato causato dallo scambio di targhette identificative ed è stato scoperto solo dopo ore dall’inizio dell’operazione, “quando i chirurghi hanno scoperto che non c’era alcun ematoma”, ha riferito il quotidiano Daily Nation.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’uomo, che era al Kenyatta National Hospital per una terapia non invasiva, sta comunque migliorando dopo l’inutile intervento alla testa. Sulla vicenda è stata avviata un’indagine. Il caso arriva sei settimane dopo uno scandalo scoppiato nella stessa struttura ospedaliera: il ministero della Salute ha ordinato di indagare su voci di puerpere vittime di violenze sessuali.




Lascia un commento