Pamela è stata uccisa, autopsia incastra nigeriani

Condividi!

Ormai è ufficiale. Pamela Mastropietro, la 18enne fatta a pezzi dai nigeriani, e i resti poi chiusi in due trolley, è stata uccisa e non è morta di overdose.

Lo confermano le evidenze degli esami autoptici depositati oggi. La morte della ragazza sarebbe avvenuta a seguito di due ferite riscontrate all’altezza del fegato, ed è stata esclusa l’ipotesi che il decesso sia avvenuto per overdose: in vari organi sono state trovate tracce di morfina, segno che la 18enne ha assunto eroina (che si ‘deteriora’ in morfina base). ma in caso di overdose, secondo il perito della Procura, lo stupefacente tende a concentrarsi nella parte del corpo in cui è avvenuta l’assunzione.

VERIFICA LA NOTIZIA

Oggi nuovo sopralluogo dei Cc nella casa in vis Spalato: foto e misurazioni di piastrelle, e stoffe. Sono stati contati i guanti in lattice rimasti in un pacco.

L’hanno drogata, e poi fatta a pezzi.




Lascia un commento