Lega conferma espulsione 600mila clandestini, ecco come

Condividi!

L’espulsione di 600 mila clandestini dall’Italia è un obiettivo “reale e concreto”. A dirlo è il segretario della Lega in Lombardia, Paolo Grimoldi.

“Espellere 600 mila immigrati clandestini dall’Italia, come promesso sia da Salvini che da Berlusconi, e di questi espellerne 100 mila dalla sola Lombardia, come annunciato da Attilio Fontana, è un obiettivo reale e concreto, che realizzeremo in tempi rapidi, anche se il Pd, Renzi e Giorgio Gori sostengono il contrario”, ha sottolineato Grimoldi.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Si può fare, basta volerlo, e l’esempio concreto arriva dall’amministrazione del centrodestra il Comune di Sesto San Giovanni, città che in sette mesi ha ritrovato decoro, ordine e legalità, dopo decenni di lassismo della sinistra, con oltre 200 daspo urbani effettuati dalla giunta in coordinamento con la Prefettura di Milano. Il buon Governo della città di Sesto San Giovanni dimostra la bontà delle ricette politiche e amministrative del centrodestra a trazione leghista: questo è il modello che dobbiamo esportare anche a livello nazionale dove, oltre ai daspo urbani, procederemo ai rimpatri dei 600 mila clandestini presenti sul territorio nazionale, come promesso sia da Salvini che da Berlusconi. Via tutti i clandestini, via tutti i delinquenti dalle nostre strade, via 600 mila clandestini dall’Italia e 100 mila dalla Lombardia: si può fare e lo faremo con la Lega al Governo”, ha concluso il segretario.

In effetti è non solo fattibile, ma neanche complicato:

Possiamo espellere 114mila clandestini l’anno: ponte aereo costerebbe solo 80 milioni di euro




Un pensiero su “Lega conferma espulsione 600mila clandestini, ecco come”

Lascia un commento