Pestato da spacciatori albanesi per 10 euro incendia intera palazzina dello spaccio

Condividi!

Dopo essere stato pestato a sangue da alcuni spacciatori albanesi per 10 euro, si è vendicato bruciando la casa occupata dai pusher. Il rogo ha devastato l’appartamento – un seminterrato – ma poi purtroppo ha colpito anche quelli adiacenti mentre la densa colonna di fumo costringeva ad evacuare l’intera palazzina di 11 piani di proprietà dell’Inps. Per un bilancio complessivo di 35 persone intossicate, 5 delle quali sono state ricoverate.

In manette – anche se uno è in queste ore ricercato – sono finiti tre italiani accusati di concorso in incendio doloso. Era stato il più giovane del gruppo, la vittima del pestaggio da parte degli spacciatori albanesi.

VERIFICA LA NOTIZIA

Le indagini sono partite immediate dopo l’episodio. Quella sera, una pattuglia dei militari era intervenuto quasi all’istante perché un residente aveva allertato il 112 di un’auto sospetta con a bordo tre persone, proprio all’esterno del complesso. I tre erano fuggiti ad alta velocità su una berlina, che solo poi si è scoperto essere di proprietà del 30enne.




Lascia un commento