Italia al gelo: 25mila italiani lo passano per strada, 200mila africani in hotel

Condividi!

Fuori è il gelo. E non possiamo dimenticare le migliaia di connazionali che lo stanno passando soli, per strada. Grazie ad un governo di abusivi. Il cui capo, Gentiloni, oggi ha avuto l’ardire di dire che è tempo di pensare ai senzatetto: incommentabile.

Per noi la matematica non è un’opinione: via i clandestini dagli hotel, dentro i senzatetto italiani.

Per proteggersi dal freddo pungente di questi ultimi giorni Marco, 38 anni, indossa solo un giubbino leggero. Resta rannicchiato tutto il giorno in un angolo del centro di Milano, a pochi passi dalla cattedrale, in ginocchio sul marciapiede gelido. Davanti a lui un piccolo contenitore di plastica per raccogliere qualche spicciolo. Il suo sguardo è assente, fisso a terra. Immerso nei suoi pensieri, l’ uomo osserva il via vai continuo della gente che, soprattutto nel weekend, prende d’ assalto i negozi, senza accorgersi di lui, buttato a terra come un sacco vecchio. Una signora poco fa gli ha donato un’ arancia. Un signore è passato e ha gettato lì qualche centesimo, senza neanche guardarlo negli occhi.

La vita scorre intorno a lui frenetica. E Marco resta immobile. Quattro mesi fa ha perso il lavoro e da allora, non potendo più pagare l’ affitto, vive in strada. Non ha amici, non ha parenti, non ha un amore. È cresciuto con il papà ed il nonno, scomparsi da qualche anno, se non nei suoi ricordi.

VERIFICA LA NOTIZIA

Domani Marco ha un colloquio di lavoro. Speranza e disperazione fanno tutt’ uno in lui. Forse sarà assunto da una catena di supermercati per disporre la merce sugli scaffali durante la notte. «Se capiscono che non ho una dimora fissa non mi prendono. Mi è già successo di essere stato licenziato in tronco per questo», ci confida il ragazzo. Il marciapiede ti risucchia. Ti incatena. Non ti lascia scampo. Quando ci finisci, sei finito. Uscire da tale condizione è difficile. Facile, troppo facile, è invece ritrovarsi all’ improvviso senza occupazione e senza casa.

I senzatetto italiani sono in continuo aumento. Sono giovani e anche anziani, uomini e donne.
Sono, secondo dati ufficiosi, circa 25mila delle 55mila persone senza dimora in Italia. Un dato drammatico.

Intanto, secondo dati ufficiali, ospitiamo in hotel circa 200mila sedicenti profughi:

Ospitiamo 200 mila profughi in hotel: costo 5 miliardi

E’ intollerabile. La soluzione è semplice: gli immigrati senza dimora vengano rimandati nel loro paese, non si capisce cosa debbano fare in Italia se non possono neanche provvedere a se stessi; gli italiani, invece, vengano accolti nelle strutture nelle quali oggi Renzi ospita i giovani fancazzisti africani raccattati in Libia e camuffati da profughi per arricchire le coop di partito.

Perché non è tollerabile che un governo di non eletti lasci morire per strada la sua gente, mentre ospita dei nullafacenti africani in hotel di lusso. Che poi fanno a pezzi le ragazzine.

Il 4 marzo non si risolverà nulla, ovviamente. Ma si inizierà a risolverlo.




Un pensiero su “Italia al gelo: 25mila italiani lo passano per strada, 200mila africani in hotel”

Lascia un commento