Guyana, anche i neri sono ‘razzisti’: no al candidato bianco

Condividi!

L’integrazione razziale è qualcosa che vale a senso unico. Se i Paesi dell’Africa sono degli africani e la Cina dei cinesi, l’Europa deve essere di tutti. Come una puttana.

A noi ci dicono che dobbiamo eleggere gente come Kyenge, e qualcuno ci crede anche. Intanto nella Guyana francese si ribellano all’idea di eleggere un bianco in parlamento.

La Guyana francese è un territorio d’oltremare della Repubblica di Francia che confina con il Brasile ed è legalmente parte dello Stato francese (e quindi dell’Unione europea). Elegge parlamentari al parlamento francese.

La sua popolazione è composta per circa il 14% da coloni bianchi, il resto è meticcio. Di varia ‘mistura’.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ma sembra che il messaggio che “C’è solo una razza, la razza umana” non abbia ancora raggiunto alcuni dei suoi abitanti dalla pelle scura:

Non  vogliono essere rappresentati da Riché(foto), il candidato bianco del partito socialista. E non possiamo dare loro torto: ognuno ha il diritto di essere rappresentato dai propri simili.




Lascia un commento