Flop antifascista a Roma: solo 20mila disperati in piazza

Condividi!

Del resto, il fascismo non c’è, perché manifestare contro qualcosa che non esiste?

Un flop la manifestazione degli estremisti rossi ‘Mai Più Fascismi’ di ieri a Roma. Tanti politici. Pochi cittadini.

In totale saranno state poco più di ventimila persone. Nonostante l’Anpi, nota per le baggianate, ne millantasse centomila. Lo fanno tutti.

Si lamenta la Stampa:

VERIFICA LA NOTIZIA

Non c’erano i romani che in genere si mobilitano quando c’è da scendere in piazza per difendere un principio, un valore o anche soltanto un interesse personale. Non c’era la folla che a piazza del Popolo si era ritrovata sette anni fa, in piena era Berlusconi, per manifestare contro la “ripetuta rappresentazione” della donna “come oggetto sessuale”. Non c’erano le masse dei cortei antiBerlusconi e nemmeno quelli dei girotondi per la Costituzione. Non c’erano le nonne, gli insegnanti, i passeggini, le famiglie che in questi anni sono scesi in piazza per difendere tanti valori, dalla scuola al diritto di celebrare le unioni civili.

Di sicuro il pomeriggio di pioggia non aiutava ma se bastano poche gocce a fermare il desiderio di antifascismo forse vuol dire che il risorgere della nostalgia mussoliniana non viene considerata un serio pericolo e che il fascismo della porta accanto non è soltanto tollerato. Ha già vinto.

Abbiamo già vinto. Non i ‘fascisti’, ma chi vuole restituire l’Italia agli Italiani.




Lascia un commento