Caso profughi: ‘Rubano lavoro a italiani per pochi euro’

Condividi!

Sono una quarantina i richiedenti asilo presenti sul territorio di Saluggia, nel torinese, in un hotel per profughi gestito dalla solita cooperativa che li sollazza a spese degli italiani. E loro arrotondano la paghetta da profugo rubando il lavoro ai nostri disoccupati.

VERIFICA LA NOTIZIA

Durante l’incontro di Un’Altra Saluggia è possibile è stato denunciato il fatto che “questi ragazzi, ogni mattina, prendono il treno e raggiungono i mercati generali. Lavorano in nero per 10 o 15 euro al giorno”. Queste le parole pronunciate dal presidente di Dar Essalam e confermate dal consigliere di minoranza nonché segretario cittadino del Pd Stramaccioni.

Loro li sbarcano, e poi scoprono che lavorano in nero. E’ geniale importare masse di maschi stranieri in generale, è doppiamente geniale farlo in una situazione economica come la nostra.




Lascia un commento