Meloni si riprende il quartiere afroislamico di Milano, teppisti rossi provocano

Condividi!

“Abbiamo riconsegnato questa strada allo Stato. Con la nostra manifestazione, spacciatori, occupanti abusivi, immigrati clandestini e criminalità almeno per qualche ora hanno dovuto lasciare il posto ai cittadini onesti di via Padova”. Lo ha detto Ignazio La Russa, a margine della manifestazione di Fratelli d’Italia a Milano, dove in via Padova ha sfilato in corteo con un tricolore lungo 500 metri.

“Inutilmente – ha concluso La Russa – un gruppetto di violenti antagonisti (teppisti rossi ndr), ha cercato l’incidente diffondendo slogan ostili, sovrastati dall’inno nazionale cantato a squarciagola da tutti i partecipanti al corteo. Un grazie va alla correttezza dei nostri militanti che non hanno accettato alcuna turbativa e che hanno reso pacifica la nostra manifestazione esattamente come volevamo che fosse. E un grazie infine alle Forze dell’ordine, polizia e carabinieri, per il lavoro inappuntabile”.

“Oggi in tutta l’Italia – aveva detto Giorgia Meloni, leader del partito – portiamo delle grandi bandiere tricolore nei quartieri più difficili, nei quartieri nei quali vogliamo simbolicamente riportare la presenza dell’Italia e dello Stato, per dire che la sicurezza è uno strumento nelle mani dei più deboli. Quando andremo al governo, speriamo di andare al governo, noi vogliamo invertire completamente il lavoro fatto dalla sinistra in questi anni”. “Vogliamo garantire la certezza del diritto e della pena, vogliamo aiutare le forze dell’ordine, vogliamo ampliare i militari in strada, vogliamo costruire nuove carceri perché non si può risolvere il problema del sovraffollamento tagliando i reati. Vogliamo abolire il reato di tortura, vogliamo garantire la legittima difesa e quindi un’idea di sicurezza molto diversa da quella che la sinistra ci ha regalato in questi anni”, ha aggiunto Meloni.




Lascia un commento