Udine, bando di 7 milioni di euro per coccolare 320 ‘profughi’

Condividi!

La Prefettura di Udine ha aperto un nuovo bando di gara per la fornitura di beni relativi al funzionamento del centro di accoglienza nella caserma Cavarzerani, ormai divenuta da anni un hotel per giovani fancazzisti.

I posti a disposizione sono 320 per un appalto fino a 7 milioni e 400 mila euro.

I servizi richiesti sono suddivisi in quattro lotti: fornitura di servizi alla persona ossia la gestione amministrativa che comporta per esempio la registrazione dello straniero, la mediazione linguistica, la visita medica o il rilascio del budge da utilizzare per entrare ed uscire dalla struttura (importo a base d’asta: 2.425.936 euro); fornitura pasti (1.365.392 euro); servizio di pulizia e igiene ambientale della struttura (139.839 euro); fornitura, il trasporto e la consegna di effetti letterecci, vestiario, prodotti per l’igiene, materiale didattico (413.472 euro). La durata del contratto è di 12 mesi dal primo giugno di quest’anno al 31 maggio.

VERIFICA LA NOTIZIA

Stanno fiorendo bandi in tutta Italia prima delle elezioni. Hanno fretta di spartirsi l’ultimo malloppo. Sempre che dalle urne esca un governo.

Ad ogni richiedente asilo verrà anche consegnata
: una scheda/ricarica telefonica di 15 euro; un pocket money fino ad un massimo di euro 7,50 per gli stravizi e un Kit al momento dell’ingresso nel centro con un paio di scarpe, un paio di ciabatte, pantaloni, magliette, maglioni e giacconi, pigiama, biancheria intima, asciugamani, calzini, spazzolino e pettine e le lenzuola.

Udine: 608 potenziali terroristi se la spassano, hanno anche la moschea – FOTO


Nel bando è prevista anche la fornitura dei pasti
: la prima colazione è composta da: 1 bevanda calda con fette biscottate, panetto di burro e marmellata o miele o in alternativa, biscotti confezionati monoporzione da 80 g. Ogni pasto (pranzo e cena con alternanza dei menù previsti) è composto da: un primo e un secondo piatto, contorno di verdura, frutta di stagione, pane e un litro di acqua minerale.

C’è poi il servizio di pulizia, perché mica possono pulirsi da soli, e di raccolta rifiuti.




Lascia un commento