Profughi in rivolta per ricariche telefoniche, blitz Salvini: “Il 5 Marzo finisce la pacchia” – VIDEO

Condividi!

Blitz di Matteo Salvini, intorno alle 13, all’hotel in largo Perassi a Roma, dove questa mattina 200 giovani fancazzisti ospiti a spese nostre hanno protestato per le mancate ricariche telefoniche e il ritardo nell’arrivo dello stipendio da profugo:”Soldi pubblici spesi male – ha detto il leader della Lega – e questa mattina abbiamo assistito all’ennesima protesta vergognosa. Ma dal 5 marzo finisce la pacchia”.

Roma, immigrati che protestano, vogliono più soldi!Guardate dove stanno, un parco a disposizione, con tanto di pecore e capre.E qualche buonista della Cooperativa mi dice pure "Salvini vergogna"…#4marzovotoLega

Posted by Matteo Salvini on Thursday, February 22, 2018

Salvini viene avvicinato dai responsabili del centro di accoglienza, che prima gli intimano di andarsene e poi, di fronte alla sua risposta negativa, lo invitano a vergognarsi per il solo fatto di voler testimoniare ai contribuenti italiani come vengono spesi i loro soldi per i migranti.

“Questo era un albergo enorme che ospita circa 200 cosiddetti profughi, con un parco enorme a disposizione”, commenta il video che sta girando Salvini, appena entrato nel centro di accoglienza di #largo Perassi a Roma. A quel punto, una delle persone lì presenti gli intima, con educazione, di andarsene fuori perché starebbe violando una proprietà privata. E alllora il candidato premier della Lega decide di rispondere a tono: “Quel signore dice fuori Salvini, ma siccome pagano gli italiani hanno diritto di sapere cosa succede qui dentro, fuori Salvini qua non lo si dice perché in quota parte pago anch’io”.

Profughi in rivolta a Roma per ritardo ricariche telefoniche – VIDEO




Lascia un commento