Gran Maestro: “34 massoni in sonno nelle liste dei Cinquestelle”

Condividi!

«Mi è giunta notizia che i massoni (la maggior parte di essi tutti delle logge definite irregolari) candidati nelle liste dei 5 stelle siano 34».

La dichiarazoine choc è di Gian Franco Pilloni, dal titolo laconico di serenissimo Gran maestro della Loggia d’Italia Umsoi (Unione massonica stretta osservanza iniziatica) di Cagliari e decretato ad agosto 2016, a Chicago, anche Gran maestro onorario ad vitam delle Grandi logge americane.

Una vera e propria invasione degli ultracorpi per il MoVimento.

VERIFICA LA NOTIZIA

«Chiedetevi – dice al Giornale – perché nessuno si è permesso di dare smentite su questo dato. Nell’ambiente, però, è ovvio che sappiamo chi siano. Dei 34 che ho citato posso rivelare che, a parte 3 o 4, i restanti appartengono tutti a logge spurie, ossia alla massoneria irregolare, quella non riconosciuta». Di questi, secondo fonti accreditate, sei proverrebbero dalla Calabria. E quando si parla di massoneria e Calabria, viene in mente la ‘ndrangheta.

Chi vorrebbe la massoneria alla guida del Paese? «Posso solo esprimere un’opinione personale – conclude Pilloni – Penso in questo momento sarebbe utile una persona super partes, un grosso manager alla Marchionne, per intenderci. Che penso di Silvio Berlusconi? Che sia un uomo di cui bisogna avere massimo rispetto perché chi dà lavoro a decine di migliaia di persone, senza mai averne licenziata una e paga fiumi di tasse allo Stato può solo avere la mia ammirazione».




Lascia un commento