Boom di finti profughi minorenni: business senza precedenti + 73%

Condividi!

Le domande presentate nel 2017 da sedicenti minori stranieri non accompagnati sono aumentate del 73,5%. Un business senza precedenti per le coop e la ‘ndrangheta. Un disastro senza precedenti per i comuni costretti ad ospitarli e per tutti i contribuenti: ogni fancazzista che si dichiara minore ha ‘diritto’ al doppio di quanto costa un adulto.

VERIFICA LA NOTIZIA

Nel 2017 sono stati 9.782, il numero più elevato del quadriennio preso in esame (erano 2.500 nel 2014) e il 73,5% in più rispetto al 2016. I minori non accompagnati hanno quantitativamente superato i minori accompagnati (6.525 domande di asilo nel 2017). Si tratta quasi esclusivamente di maschi (93%) e quasi-adulti, ovvero presunti 17enni: solo 82 domande riguardano minori di 13 anni. Oltre un quinto dei richiedenti asilo minori soli giunge dal Gambia; seguono i nigeriani (12%) e i giovani provenienti dal Bangladesh (11,4%).

In pratica si tratta di ‘Minala’ che fingono di avere 17 anni. E noi li manteniamo. Quale popolo sensato fa entrare e mantiene un esercito di giovani maschi stranieri sul proprio territorio? Nell’Antica Grecia si sterminavano i figli dei nemici perché un giorno si sarebbero vendicati. Noi i figli dei nemici li manteniamo in hotel. Mentre i nostri figli non hanno lavoro.




Lascia un commento