Ong nella bufera: volontari minacciarono donna per coprire festini con ragazzini

Condividi!

Nuove denunce per l’ong Oxfam, sotto accusa per casi di abusi sessuali emersi nelle ultime settimane e ammessi dai ‘volontari’.

La nuova accusa riguarda le minacce rivolte a un collega da tre volontari del team di Haiti perché non parlasse dei festini sessuali tra volontari e ragazzini locali..

In un rapporto interno dell’organizzazione ora rivelato, si leggono di minacce che sarebbero state profferte le minacce per guadagnarsi il silenzio del collega di lavoro.

VERIFICA LA NOTIZIA

I computer dell’ong sarebbero anche stati utilizzati per scaricare “materiale
pornografico e illegale”. Un accordo con il direttore dell’ufficio di Haiti, Roland van Hauwermeiren, permise ai colpevoli di dimettersi, a patto di collaborare all’inchiesta.

Oxfam opera anche in Italia: con soldi pubblici sollazza 1.626 clandestini

“Incontreremo anche il governo di Haiti per scusarci dei nostri errori e per discutere quello che possiamo fare anche per le donne colpite da questi fatti – ha dichiarato Oxfam – noi speriamo che questo contribuisca a ricostruire la fiducia di quelli che sostengono il nostro lavoro”.




Lascia un commento