Ventotene, tutta l’isola manifesta contro l’arrivo dei finti profughi

Condividi!

Le mamme di Ventotene manifestano in piazza contro l’annuncio che da marzo giungerà sull’isola un gruppo di finti profughi. I fancazzisti saranno ospitati presso la casa alloggio dove ora vivono 8 anziani. Il progetto di accoglienza gestito dalla solita cooperativa $ociale arriva dopo la recente proposta del sindaco PD, osteggiata dalla popolazione, di far giungere a Ventotene giovani maschi africani per, immaginate il suo quoziente intellettivo, scongiurare la chiusura delle scuole. Bizzarro. Mandiamo i bambini delle elementari a scuola con Mohammed e Innocent.

VERIFICA LA NOTIZIA

Nella minuscola isola del Tirreno, che in inverno conta appena 140 persone, il PD vuole portare avanti il proprio laboratorio di sostituzione etnica.

Con tanto di striscioni esposti sotto al Comune, circa 80 persone – praticamente tutti gli abitanti esclusi vecchi e bambini – hanno manifestato la contrarietà ad un arrivo che potrebbe destabilizzare la già sofferente comunità isolana: «No ad altri disagi», recitava uno dei cartelli presentati al picchetto che ha come obiettivo quello di ottenere un incontro con il sindaco per capire meglio i contorni della vicenda. «Non siamo intolleranti – fa sapere una delle mamme – e quello che ci preme è sottolineare come questo ennesimo progetto non discusso con la popolazione possa inserirsi in una situazione in cui gli abitanti lamentano da tempo di essere stati abbandonati».

Bloccate i traghetti. Riprendetevi la vostra isola e cacciate il PD.




Lascia un commento