Non lascia stuprare moglie da richiedenti asilo, accoltellato a Lampedusa

Condividi!

Hanno tentato di violentare la moglie, lui ha cercato di difenderla, per questo lo hanno accoltellato.

E’ accaduto il 9 febbraio scorso, all’interno del centro per clandestini di contrada Imbriacola a Lampedusa.

Il ventiquattrenne avrebbe semplicemente cercato di difendere la moglie. Una donna vittima di un tentativo di violenza sessuale.

VERIFICA LA NOTIZIA

A fermare i sospettati del tentato omicidio – due tunisini di 25 e 33 anni – sono stati i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Agrigento.

E’ l’ennesimo, grave, fatto che si verifica all’hotspot di Lampedusa – ha commentato il dirigente della Squadra Mobile: il commissario capo Giovanni Minardi, durante una conferenza stampa in Questura”.

I due tunisini che sono finiti in manette, per l’ipotesi di reato di tentato omicidio, sono: Naim China e Houssam Eddine Lahlawi.




Lascia un commento