Svuotacarceri: già libero il marocchino picchiatore di Padova



Condividi!

È già libero il marocchino di 40 anni, Tarik Essalihi, autore sabato pomeriggio di un brutale pestaggio in pieno centro storico a Padova. Il nordafricano, clandestino, davanti al giudice si è avvalso della facoltà di non rispondere. Convalidato l’arresto, è stato raggiunto dal divieto di dimora in città e dall’obbligo di firma, due volte alla settimana, alla stazione dei carabinieri di Legnaro.

Ridotto così da marocchino perché difende donna: «Tutti guardavano senza aiutarci»

Il sostituto procuratore Sergio Dini, titolare delle indagini, ha chiesto per l’imbianchino la custodia cautelare in carcere motivando la sua azione violenta come abbietta e futile. Sottolineando poi l’aggravante di avere agito contro una persona anziana, le cui capacità di difesa sono molto ridotte. Ma il pensionato ferito al volto dal marocchino, ha rimediato una prognosi di venti giorni. Per la legge quindi Tarik Essalihi può essere condannato a un massimo di tre anni e in questo caso, la legge svuotacarceri voluta dal PD non è contemplata la custodia cautelare in carcere. Lo straniero sarà processato il prossimo 19 aprile per il reato di lesioni personali plurime.

VERIFICA LA NOTIZIA

Clandestino e picchiatore a piede libero.

Lascia un commento