Parlamentari sinistra sobillano rivolta profughi, poi denunciano cittadini

Condividi!

Trasferiti nel Veronese i sedicenti profughi che avevano organizzato una protesta nei giorni scorsi alla Croce Rossa di Jesolo, in occasione di una visita della delegazione di Sinistra Italiana, con in testa il poco onorevole Giulio Marcon.

Vanno nei centri di accoglienza a sobillare i fancazzisti.

I cinque, di provenienza centro africana, avevano manifestato insofferenza ed erano a quanto pare tra i più attivi anche nella recente protesta inscenata di fronte al commissariato jesolano, dove si erano radunati a sorpresa una mattina in circa 40 giovani fancazzisti.

La settimana scorsa, la visita di SI durante la quale i cinque hanno iniziato a inveire, poi convinti a calmarsi prima che la situazione potesse degenerare chiamando sul posto per l’ennesima volta la polizia e le forze dell’ordine.

VERIFICA LA NOTIZIA

La delegazione di SI, di cui faceva parte Salvatore Esposito, ha consegnato all’onorevole Marcon, perché la trasmetta al ministro Minniti, una lista di commenti razzisti raccolti suoi social dopo la denuncia in rete, non ancora accertata dalle forze di polizia, di un cittadino che ha detto di essere stato aggredito da “richiedenti asilo” che volevano derubarlo in piazza Marconi.

Ora non puoi nemmeno denunciare i profughi che ti aggrediscono, sennò i colleghi sinistrati ti denunciano.




Lascia un commento