Mamma va al parco con bimba, inseguita da “tre uomini di colore”

Condividi!

Porta la figlioletta al parco ma si ritrova inseguita da tre uomini di colore. Un incubo che lei stessa ha raccontato in una lettera inviata al sindaco di Rovigo Massimo Bergamin.

“In questa bella giornata di sole – scrive la mamma – volevo portare mia figlia al parchetto qui vicino a casa per andare con lo skateboard”.

“All’inizio pensavo fossero ragazzini – prosegue la donna – invece, più mi avvicino più mi rendo conto che sono adulti e che ci fissano. Eravamo sole in tutto il parco così ho fatto istantaneamente un rapido dietro-front con mia figlia”.

E’ a quel punto che è iniziato l’inseguimento: “Signora, signora”. Vedendo però che il loro invito cadeva nel vuoto, i tre si sono avvicinati. “Ho preso una tale paura che ho camminato il più veloce possibile e siamo tornate a casa. Ora io non so cosa volessero questi signori da me e non sono rimasta per scoprirlo – confessa la signora – ma con tutto quello che si legge nei giornali e che si vede al tg…”.

“Sono indignata, arrabbiata e preoccupata. – si legge nel messaggio inviato a Bergamin – In una splendida normale giornata di sole non posso neanche più andare al parco con mia figlia in totale tranquillità?”.

“Le chiedo come si possa risolvere una situazione del genere. Al di là della mia singola (brutta) esperienza di oggi credo che questo sia un pensiero condiviso da molti”.

Razzista. Volevano solo integrarsi.

VERIFICA LA NOTIZIA[/captio]




Lascia un commento