Egizio, ora si mobilitano gli Arabi: “Sabato tutti all’Egizio”, gratis

Condividi!

Tutti gratis al museo egizio.

La mobilitazione è partita. Il mondo arabo torinese serra le fila in difesa del direttore del museo Egizio Christian Greco e promette che sabato pomeriggio saranno centinaia i visitatori di lingua araba nelle sale di via Accademia delle Scienze. L’appello è stato lanciato ieri dalle pagine di Repubblica da Amir Younes, rappresentante della comunità egiziana di Torino e direttore della scuola araba. «Porteremo i ragazzi della scuola, con gli insegnanti e i genitori per dimostrare la nostra solidarietà al museo e al direttore attaccato dai politici del Centrodestra”. L’idea è piaciuta e ora sono in molti a condividerla. “Noi ci saremo e saremo numerosi – dice Faouzi Haj Sassi, referente della comunità tunisina sotto la Mole – E’ giusto esserci perché l’idea del museo Egizio era incoraggiare una parte della popolazione torinese a visitare la collezione del museo. Non si può strumentalizzare la cultura, non si può farne materia per la campagna elettorale”. Greco è un uomo di cultura e ha voluto rendere fruibile una collezione che per il mondo arabo rappresenta uno studio delle origini”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Se un direttore di museo avesse aperto gratis le porte ai soli italiani, Repubblica avrebbe gridato al ‘razzismo’. Se invece lo fa a favore degli arabi, in Italia, allora è razzista chi si oppone. Come definire giornalisti di tale fantasia?

Repubblica, oltre che un giornale di fake news, è anche il giornale degli immigrati. Il giornale della sostituzione etnica.




Lascia un commento