Profughi incendiano condominio per ‘errore’ a Cagliari



Condividi!

Momenti di paura questa notte nel centro di accoglienza per migranti in una palazzina in via Sulcis a Selargius, nell’hinterland cagliaritano, a causa di un incendio divampato per un corto circuito. Evacuati per alcune ore i 75 ospiti a spese dei contribuenti.

La notte precedente altri clandestini avevano dato fuoco ad un centro in Sicilia, a Trapani, quindi non è da escludere che sia volontario.Magari per cambiare struttura.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il rogo è divampato venti minuti prima di mezzanotte al secondo piano della struttura, nella stanza in cui vive il mediatore culturale, nuovo lavoro da parassiti. Ad innescarlo, pare, il malfunzionamento di una stufa. Nel giro di pochi minuti le fiamme hanno avvolto gli oggetti che si trovavano nella stanza e le altre si sono riempite di fumo. E’ immediatamente scattato l’allarme, sul posto sono arrivate tre squadre dei vigili del fuoco e la polizia. Gli ospiti sono stati portati all’esterno della struttura per precauzione. In breve tempo i pompieri hanno domato le fiamme prima che potessero propagarsi. Dopo una veloce pulizia e una sistemata all’impianto elettrico, gli ospiti sono rientrati nel centro.

Lascia un commento