PROFUGHI ASSASSINI DI PAMELA VIVEVANO IN QUESTO HOTEL DI LUSSO A 4 STELLE



Condividi!

Awelima Lucky, uno dei tre profughi fermati per il massacro di Pamela, abitava da 16 mesi a spese nostre in un albergo a quattro stelle vicino a Macerata.

Si giocava la paghetta in sala scommesse:

Pamela, nigeriano arrestato in sala scommesse: si giocava la paghetta da profugo

La sua richiesta di asilo venne respinta, come dovrebbe essere per tutti i finti profughi nigeriani, ma come tutti i finti profughi nigeriani fece ricorso, ed era in attesa della sentenza. Che grazie al PD non attendeva in Nigeria, ma in Italia. Dove ha fatto a pezzi Pamela.

Pamela: 2 assassini sono profughi, Ong e PD hanno mani sporche di sangue

E mentre Oseghale ci è costato 50 mila euro, il suo collega di macello Lucky ci è costato 18 mila euro. Insieme all’altro profugo ci sono costati anche la vita di una ragazzina.

L’hotel a 4 stelle in cui ha gozzovigliato è l’hotel Recina:

Hotel di prestigio, 4 stelle, alle porte delle cittá di Montecassiano e Macerata, è arredato con materiali di pregio sia di rilevanti aziende locali leader nei loro settori a livello mondiale, quali Poltrona Frau per gli arredi, IGuzzini per l’illuminazione e vasche idromassaggio Teuco, sia di sapienti artigiani locali.

Il Recina Hotel si compone di 3 eleganti suites e 56 camereinsonorizzate, realizzate nel più raffinato stile classico. Qui, passato, presente e futuro si intrecciano armoniosamente per mostrare tutta l’eleganza e la sobrietà di una struttura, immersa nella quiete di un luogo esclusivo e appartato. In tutto l’hotel e’ disponibile la connessione ad internet WiFi gratuita.

Ecco dove il PD ospita gli assassini delle nostre sorelle e figlie.

Lascia un commento