Macerata, sinistrati inneggiano alle foibe: ministro fa manganellare cittadini anti-mafia nigeriana



Condividi!

Vergognoso. Ieri, a Macerata, nessun intervento contro i violenti che inneggiavano alle foibe. Il giorno prima, un presidio pacifico contro la mafia nigeriana è stato attaccato su ordine del ministro abusivo Minniti. I cittadini sono stati manganellati e il leader romagnolo di FN arrestato.

Nel video la fase conclusiva della manifestazione di giovedì sera a Macerata, quando militanti di FN e cittadini si stavano dirigendo alle macchine dopo la fine del presidio contro la mafia nigeriana.

Scrive il comunicato ufficiale di FN: “È facile notare la manganellata gratuita alle gambe del leader romagnolo di FN Ottaviani, prima di procedere al suo arresto e al fermo di altri 23 tra responsabili e militanti, oltre le molteplici manganellate (anche queste gratuite) ai ragazzi una volta entrati in Questura.

#Macerata, il video verità sull'immotivato arresto di Mirco Ottaviani.Nel video che vi proponiamo siamo nella fase conclusiva della manifestazione di giovedì sera quando i forzanovisti si stavano dirigendo alle macchine per lasciare la città.È facile notare la manganellata gratuita alle gambe del nostro dirigente Ottaviani, prima di procedere al suo arresto e al fermo di altri 23 tra responsabili e militanti, oltre le molteplici manganellate (anche queste gratuite) ai nostri ragazzi una volta entrati in Questura.È proprio in questa fase concitata che viene contestato ad Ottaviani un atteggiamento violento nei confronti di un agente di polizia, che non c'è stato né in questa fase né in nessun'altra della manifestazione. Martedì 13 febbraio avremo il processo, tutta la comunità forzanovista si stringe attorno a Mirco: NESSUN PENTIMENTO E NESSUN PASSO INDIETRO.

Posted by Forza Nuova Romagna on Sunday, February 11, 2018

È proprio in questa fase concitata che viene contestato ad Ottaviani un atteggiamento violento nei confronti di un agente di polizia, che non c’è stato né in questa fase né in nessun’altra della manifestazione.

Martedì 13 febbraio avremo il processo, tutta la comunità forzanovista si stringe attorno a Mirco: NESSUN PENTIMENTO E NESSUN PASSO INDIETRO”.

E’ incredibile che una minoranza di agenti si presti a queste sconcezze. Mentre gli estremisti di sinistra assaltano i loro colleghi, come avvenuto ieri, il governo schiera i più esagitati che manganellano chi pacificamente manifesta contro il crimine di importazione.

Lascia un commento