Un branco di Nigeriani ha smembrato la povera Pamela



Condividi!

Dopo il fermo di altri 2 ieri sera, ormai sono 5 i nigeriani indagati per la morte di Pamela Mastropietro. E l’orrore è sempre più profondo.

Un vero e proprio branco africano avrebbe messo nel mirino la povera Pamela: carne bianca. Gli inquirenti adesso si stanno concentrando sull’abitazione di Innocent Osenghale dove la ragazza è stata fatta a pezzi: uccisa con un colpo in testa.

Secondo i vicini in quell’appartamento c’era una andirivieni di nigeriani, nello specifico di almeno tre o quattro persone/bestie. E adesso è proprio sui connazionali di Osenghale che si concentrano le indagini degli investigatori. Uno dei due nigeriani fermati è stato rintracciato a Milano dove si trovava con la moglie e probabilmente in fuga verso la Svizzera. Ma un elemento importante del quadro investigativo riguarda il traffico telefonico sulle celle che agganciano i cellulari della zona della casa di Osenghale. Per capire in quanti erano in quella casa maledetta con il fiocco rosa alla porta: perché la bestia si è riprodotta con un ***** locale. Simbolo di sostituzione etnica: una mezzosangue al posto di Pamela. Che un giorno farà qualcos’altro di terribile. Perché è la loro natura.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il nigeriano fermato a Milano, intanto, a quanto pare, avrebbe avuto un ruolo chiave nello smembramento del corpo della ragazzina.

Lascia un commento