SENEGALESE VIOLENTA RAGAZZA ITALIANA SUL TRENO, TRASCINATA IN BAGNO

Condividi!

Ormai sono fuori controllo. Le donne sono prede, carne bianca da azzannare o fare a pezzi. L’africano, clandestino e con precedenti penali, ha violentato sul treno una ragazza di 22 anni residente a Coccaglio, Brescia.

La violenza sessuale, che fortunatamente non ha portato allo stupro, si è consumata tra le 13 e le 13.30 di lunedì scorso a bordo di un convoglio di Trenord partito da Milano e diretto a Brescia. Il senegalese si è seduto accanto alla giovane e, approfittando dell’assenza di altre persone sul vagone. In questi casi alzatevi e cambiate vagone, perché i pregiudizi salvano la vita.

Una volta seduto, l’africano ha iniziato ad allungare pesantemente le mani, palpeggiando la ragazza italiana.

Appena il convoglio si è fermato alla stazione di Treviglio, la 22enne ha provato a scendere per chiedere aiuto: a quel punto il senegalese l’ha trascinata e spinta con forza contro la porta del bagno. Attimi terribili: fortunatamente la giovane è riuscita a divincolarsi e a chiedere aiuto al personale di Trenord.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il migrante è stato bloccato mentre scappava sui vagoni e poi consegnato ai carabinieri del Radiomobile di Chiari alla stazione di Rovato, dove sono scattate le manette e la perquisizione. Il 40enne aveva con sè ben 40 orologi contraffatti e dovrà rispondere anche di contraffazione e ricettazione. Per lui si sono spalancate le porte del carcere

Chissà per quanto.

L’ennesima dimostrazione che i vu cumprà non sono ‘poveri ragazzi da tollerare’. Ma abusivi da cacciare.

Lascia un commento