Sondaggio: 70 per cento italiani vuole Zero immigrazione

Condividi!

Traini è solo la punta dell’iceberg. Dietro di lui c’è un’Italia che non spara, almeno per ora, ma che è incazzata. Giustamente ‘impaurita’ dalla violenza che si è ormai impadronita delle nostre strade. Assediata in casa sua da immigrati sempre più molesti.

E’ un’Italia che non vuole sparire. Che si ribella alla sostituzione etnica voluta da poteri contro i quali la rivolta è buona e giusta.

Lo dimostra una rilevazione di Quorum, l’agenzia di sondaggi e di comunicazione, postato su Facebook in questi giorni dal direttore, Lorenzo Pregliasco. Al di là dei colori, scelti per confondere, il risultato è chiaro:

Come si può vedere, più del 68 per cento degli elettori italiani non vuole più immigrazione. In una situazione normale e democratica non ne entrerebbero più. Invece il 2017 è stato anno record. E’ evidente che dinanzi a uno sfregio così netto della volontà popolare, poi nascono i Luca Traini. E’ inevitabile.

Di questi il 58,9 per cento è “sovranista”, cioè contrarip sia all’immigrazione sia alla Ue, mentre il 10,9% è “occidentalista”, cioè contrario all’immigrazione ma favorevole all’Europa. C’è quindi un 60% di italiani che vuole un’Italia fuori dalla UE e libera da immigrazione.

Da notare la dicotomia tra elettori ed eletti del M5S. I primi sono tendenzialmente di ‘destra’, i secondi, nell’ultima legislatura, hanno votato a favore dell’abrogazione del reato di clandestinità.




Lascia un commento