Profugo armato di mannaia attacca operatori, picchia donna



Condividi!

Terrore in un centro di accoglienza per fancazzisti nel Centro Storico di Genova. Un 22enne del Ghana ha dapprima minacciato i presenti con una mannaia, poi ha chiuso un operatore in una stanza impedendogli di uscire.

E’ intervenuta la polizia. Il 22enne del Ghana è stato arrestato con l’accusa di sequestro di persona e denunciato per minacce aggravate.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il migrante aveva distrutto gli arredi costringendo i presenti a fuggire in strada. In conseguenza dell’episodio gli operatori del centro avevano indetto una riunione interna per discutere dell’episodio. Però, durante tale incontro, il 22enne ha fatto irruzione nella sala e, farneticando frasi senza senso, si è mostrato aggressivo nei confronti dei presenti, colpendo con un pugno al polso un’operatrice e causandole un trauma, medicato al pronto soccorso con 5 giorni di prognosi. A quel punto un altro operatore lo ha portato in un’altra stanza ma il giovane, improvvisamente, ha chiuso a chiave la porta. Dopo diversi tentativi di farsi aprire la porta sbarrata e liberare l’operatore, è stata chiamata la polizia con gli agenti che lo hanno arrestato e condotto nel carcere di Marassi.

Lascia un commento