Pamela, continuano a massacrare cadaveri: dura 4 ore seconda autopsia

Condividi!

E’ durata quattro ore la seconda autopsia eseguita a Macerata sui resti del povero corpo di Pamela Mastropietro, la 18enne romana ritrovata cadavere nelle campagne di Pollenza, il corpo fatto a pezzi e chiuso in due trolley, il 31 gennaio scorso.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’accertamento è stato eseguito da un pool di medici legali dell’Università di Macerata. Erano presenti i legali dei due indagati nigeriani: Innocent Oseghale, 29 anni, che abitava in via Spalato, in carcere per occultamento e vilipendio di cadavere ma accusato di omicidio; Desmond Lucky cui vengono addebitati gli stessi reati con l’aggiunta dello spaccio di droga per aver ceduto a Pamela una dose di eroina forse fatale per la ragazza. La Procura ha ritenuto necessario un secondo esame autoptico, dopo quello eseguito dal medico legale Antonio Tombolini.

Tutto inutile. Anche questa seconda autopsia sul corpo martoriato della ragazzina non ha dato risposte.




Lascia un commento