Islam, Salvini attacca il Corano: “Incompatibile coi nostri valori”

Condividi!

Il leader della Lega Matteo Salvini attacca l’immigrazione islamica e la incompatibilità del Corano rispetto con i valori della nostra società. A margine di un evento a Milano, Salvini ha sottolineato: “Espellere i clandestini è vitale per garantire la sicurezza in Italia. E anche controllare tutte le presenze islamiche abusive o organizzate è altrettanto vitale perché io ho più di un dubbio sul fatto che l’interpretazione letterale dell’Islam e del Corano sia compatibile con la nostra libertà i nostri valori e i diritti”.

In effetti il Corano prevede l’inferiorità della donna sotto diversi aspetti, ad esempio. E questo contrasta con la nostra costituzione, almeno l’ultima volta che l’abbiamo letta. E siccome l’islam non è come il Cristianesimo, e si basa su una rivelazione del Libro, in cui la parola è arrivata direttamente da Allah, è una impossibile integrazione. L’Islam non potrà mai ‘mutare’, potrà solo finire, perché è legato alla rigidità della ‘parola divina’: mentre la Bibbia è il racconto di un rapporto con Dio, il Corano è l’ordine di Dio. E non puoi cambiarlo. Qui sta l’impossibilità di rapportarsi con gli islamici.

VERIFICA LA NOTIZIA



Lascia un commento