“Macerata è solo l’inizio”, scritte di rivolta dopo notizia nigeriano non ‘omicida’



Condividi!

Una scritta shock nel cuore di Perugia: “Macerata non è che l’inizio”, piazzata in via dei Cartolari sotto al ritratto di Paolo Vinti, l’intellettuale di sinistra scomparso qualche anno fa.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il riferimento è alla follia di Luca Traini, l’esponente di estrema destra che ha sparato e ferito sei immigrati a Macerata. Ora indagano i carabinieri di Perugia e la Digos. Il cartello è stato sequestrato dopo che un cittadino ha lanciato l’allarme e allertato le forze dell’ordine.

La scritta è apparsa ieri, quando si è sparsa la voce – poi confermata oggi – che i magistrati non avrebbero contestato l’omicidio allo smembratore africano di Pamela.

Ovviamente ci sono state condanne. Perché si preferisce ‘condannare’, invece di ‘capire’. La situazione è fuori controllo. Nigeriani fanno a pezzi ragazzine e neanche li si tiene in carcere per omicidio. Se non si cambia registro, con espulsioni di massa dei delinquenti che assediano le nostre città, Macerata sarà davvero solo l’inizio.

Lascia un commento