Ticino: guardie carcerarie a scuola di Islam

Condividi!

Da un anno le guardie carcerarie ticinesi frequentano un corso nel quale vengono illustrati i principi cardine dell’islam. Scopo della lezione è quello di consentire agli agenti di individuare sul nascere eventuali segnali di radicalizzazione tra i detenuti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Come spiegato dal direttore delle strutture carcerarie Stefano Laffranchini al Giornale del Popolo, il progetto è nato due anni fa e si svolge in collaborazione con il Centro svizzero di formazione del personale e con la facoltà di Teologia dell’USI.

La formazione è stata recepita molto positivamente dagli agenti. Un bilancio sulla sua reale efficacia non è tuttavia ancora possibile anche perché il Ticino è stato risparmiato dal fenomeno della radicalizzazione in carcere.




Lascia un commento