Luca Traini voleva fare una strage di spacciatori africani

Condividi!

Uno strano ‘razzista’, Luca Traini, visto che si preoccupa di avere colpito anche una donna: “Come sta la ragazza? Non volevo colpirla”.

Non si pente di avere sparato a quello che riteneva fosse un gruppo di spacciatori, ferendo sei africani con la sua Glock 9×21.

VERIFICA LA NOTIZIA

Luca Traini, 28 anni, in carcere per strage aggravata dall’odio razziale, perché se smembri Pamela non è odio razziale, visto che le razze non esistono, ha chiesto al suo difensore notizie sulle condizioni di Jennifer, la giovane donna nigeriana colpita ad una spalla nei pressi della stazione ferroviaria di Macerata: per errore.

Lo ha riferito l’avvocato Giancarlo Giulianelli, che lo ha incontrato in carcere ad Ancona e lo ha trovato “tranquillo”. “Ha sentito dire di aver colpito 10-11 persone, invece gli ho detto che erano sei…”. ha raccontato l’avvocato Giulianelli.




Un pensiero su “Luca Traini voleva fare una strage di spacciatori africani”

Lascia un commento