Macerata, Minniti: “Inaccettabile farsi giustizia”

Condividi!

“Nessuno cavalchi l’odio, la contrapposizione di fronte ad un fatto grave che poteva essere gravissimo”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Marco Minniti, primo responsabile della morte di Pamela, fatta a pezzi da un ex profugo clandestino, al termine del comitato per la sicurezza pubblica a Macerata, dove ha incontrato i vertici delle forze dell’ordine. “Auspico – ha aggiunto – una risposta ferma e unitaria” da parte di tutti.

Noi auspichiamo espulsioni. Quante ragazzine devono fare a pezzi, ancora?

VERIFICA LA NOTIZIA

“Siamo di fronte – ha proseguito il ministro – ad una iniziativa criminale individuale. Non c’e’ nulla al momento che faccia pensare ad una iniziativa organizzata” con altri. Si tratta, ha concluso, di un fatto “inaccettabile perchè in una democrazia non è consentito a nessuno di farsi giustizia da solo, anche se in questo caso non c’è nulla che possa richiamarci ad un’idea di giustizia”.




4 pensieri su “Macerata, Minniti: “Inaccettabile farsi giustizia””

Lascia un commento