Pamela, Lega: “Rimandate il killer in Nigeria, lì lo mettono al muro: qui se la cava con 10 anni”

Condividi!

«A casa sua finirebbe al muro in poche settimane e verrebbe condannato a morte, qui se la caverà con una decina di anni. Diamolo alle autorità nigeriane, lasciamolo a loro, ci penseranno loro a fare giustizia, a fare giustizia per Pamela». Lo afferma il senatore leghista Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato.

VERIFICA LA NOTIZIA

«Il terribile omicidio di Pamela – dice ancora Calderoli – si sarebbe potuto evitare se chi aveva la responsabilità di espellere questo nigeriano clandestino, e mi riferisco al ministro degli Interni, avesse fatto il suo dovere e lo avesse allontanato dal nostro territorio. Oggi avremmo un criminale in meno in Italia e Pamela avrebbe tutta la vita davanti. Chi in questi anni ci ha ossessionato con la storiella dei poveretti da accogliere perché scappano dalla guerra si faccia un vero esame di coscienza – conclude Calderoli – perché questo assassino non scappava da nessuna guerra ed è venuto qui solo per delinquere».




Lascia un commento