Governo cerca casa a 6 mila profughi in Lombardia, bando da 65 milioni



Condividi!

Governo scatenato in vista delle elezioni che potrebbero mettere fine all’esperienza dell’ennesimo premier abusivo. Le Prefetture lombarde stanno pubblicando sui loro siti ufficiali i bandi per le gare per l’accoglienza dei nuovi richiedenti asilo inviati da Roma in Lombardia.

“Si tratta di bandi per decine di milioni di euro, per ospitare migliaia di nuovi immigrati”, segnala il segretario della Lega Lombarda Paolo Grimoldi.

“Basti guardare alcuni numeri, a Varese il bando ammonta a quasi 29 milioni per ospitare 2500 richiedenti asilo, a Pavia siamo sui 26 milioni per circa 2700 richiedenti asilo, a Lodi 10,7 milioni per circa un migliaio di richiedenti asilo” spiega il deputato.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Ancora una volta i soldi dei contribuenti lombardi, inviati come tasse a Roma, non ritornano sul territorio per aiutare i nostri anziani con pensioni da fame, le famiglie con un disabile, i disoccupati o chi è in emergenza abitativa, ma ritornano solo per mantenere decine di migliaia di immigrati africani che non scappano da nessuna guerra”.

“E a questa montagna di denaro per assicurare ai richiedenti asilo telefonino, pocket money e trattamento da albergo, alla faccia dei nostri pensionati, dei nostri disoccupati, di chi non ha una casa, vanno aggiunti altri bandi per insegnare l’italiano ai migranti o per attività collaterali. Un fiume di denaro nonostante anche in Lombardia ci siano centinaia di migliaia di nostri cittadini in stato di povertà, senza mezzi per arrivare a fine mese o anziani con pensioni inferiori ai 500 euro” conclude Grimoldi.

Lascia un commento