Corte europea permette l’uso di Gesù e Maria per vendere prodotti

Condividi!

La Corte europea dei diritti umani (CEDU) legittima e difende l’uso di simboli religiosi nelle pubblicità, e condanna la Lituania per aver multato un’azienda che si è servita di Gesù e Maria su poster e internet per vendere vestiti. Secondo i giudici la multa inflitta per aver “offeso la morale pubblica” ha violato il diritto alla libertà d’espressione dell’azienda.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ora non ci resta che usare Maometto e vedere che succede.

Questa corte è un tribunale non UE che si basa su una fantomatica “Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo”. E’ il mezzo attraverso il quale i globalisti impongono la loro agenda ai Paesi europei. Togliere la firma dalla convenzione e mandare a quel paese la corte illegittima. Questo deve fare il prossimo governo eletto.

O noi come gli altri, siamo un Paese a sovranità limitata.




Lascia un commento