Affitta casa solo a italiani, linciata dai giornali

Condividi!

C’era una volta la libertà di affittare casa a chi volevi, ora no, se non l’affitti agli africani finisci sui giornali. Additato dagli stessi giornalisti che, magari, non vedono un africano se non durante le loro vacanze a Malindi.

Un nuovo caso di ‘rassismo’. A denunciarlo tal Martina Wave Ogunleye, mezza nigeriana con madre italiana, uno dei frutti dell’integrazione.

L’africana ha ‘denunciato’ di avere trovato su un gruppo Facebook dedicato alla ricerca di case e stanze in affitto l’offerta di un bilocale in località Maserà. Interessata dall’opportunità, ha contattato il numero indicato per avere maggiori informazioni.

Ma al momento di chiamare si è subito sentita chiedere di quale nazionalità fosse. Anatema!

VERIFICA LA NOTIZIA

“Ho risposto che non comprendevo il nesso con la mia richiesta di informazioni e che comunque sono italiana, nata in Italia”, racconta attonita. Ovviamente la padrona di casa ha ribattuto “Mi sembrano informazioni legittime per sapere chi entra a casa mia” e negandole comunque la possibilità di affittare l’appartamento.

Lo diciamo da tempo: la libertà individuale di discriminare non può essere messa in discussione. Se io non voglio affittare ai norvegesi piuttosto che ai punkabbestia o agli hare khrisna, devo essere libero di farlo. Ma in questa società totalitaria presto ci obbligheranno allo ius primae noctis a favore dei migranti: altrimenti sei razzista.




Lascia un commento