Veneto, è allarme malattie di importazione: Poliomielite, Tbc e Scabbia

Condividi!

Una malattia che sembrava dimenticata. Ma che è tornata a colpire, anche in Polesine. E il cui nome, da solo, basta ad evocare paure profonde. Stiamo parlando della scabbia.

Un’infestazione contagiosa della pelle che, la scorsa settimana, ha reso necessario bonificare un intero reparto dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Rovigo, attivando il monitoraggio sulle decine di pazienti ricoverati e avviando la profilassi su medici, infermieri e familiari venuti in contatto con i due casi accertati.

Ma sono numerosi i casi di scabbia che si sono registrati, in questi anni, in Polesine. Soltanto negli ultimi tre mesi, il campanello d’allarme è suonato due volte, interessando tre scuole della nostra provincia.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ma non è l’unico caso di sindrome creduta sconfitta che torna ad affacciarsi. E’ il caso della poliomielite: la Regione Veneto ha segnalato “il rischio che il virus venga reintrodotto in Italia”. In cima alla lista delle preoccupazioni anche la tubercolosi, e la stessa scabbia.

Epidemia Morbillo causata da Immigrati, lo ammette anche la Ue

Ma non sono soltanto le malattie esotiche a preoccupare. In Italia, infatti, lo scorso anno si è registrato anche un aumento del morbillo, passato dagli 862 casi del 2016 a ben 4.991 segnalazioni confermate. Di queste, 288 sono state registrate in Veneto: di fatto, 4 casi ogni cinque giorni.




Lascia un commento