E’ boom sbarchi: 3.176 in soli 29 giorni, Minniti ha fallito

Condividi!

E’ boom di sbarchi. Sono infatti già 3.176 i clandestini traghettati nei primi 29 giorni del 2018. In testa gli africani subsahariani, a seguire pakistani (258) e tunisini (232). Tutti in fuga dalla guerra in Siria che, nel frattempo, è anche finita.

Da sottolinare che il calo dei flussi era stato molto più marcato nel secondo semestre del 2017 (-51% a luglio, -81,6% ad agosto; -63% a settembre; -78% a ottobre; -58,5% a novembre; -73% a dicembre).

A gennaio sono sbarcati anche 192 libici, nigeriani (158), senegalesi (140) e sudanesi (102). I libici si collocano così al quarto posto, dietro eritrei, pakistani e tunisini, in una graduatoria nella quale non erano finora mai entrati.

VERIFICA LA NOTIZIA

Nella giornata di sabato 27 gennaio sono stati traghettati 800 clandestini in cinque operazioni coordinate dalla famigerata centrale operativa di Roma della Guardia Costiera: si trovavano a bordo di due barconi, due gommoni e un barchino. Due clandestini sono annegati nel tentativo di raggiungere una unità di soccorso in avvicinamento al gommone sul quale navigavano. Le Ong fanno più morti del mare.

Insomma, la strategia Minniti è completamente fallita. Non possiamo lasciare alle tribù libiche la gestione della nostra sicurezza. Urge un blocco navale davanti alla Libia.




Lascia un commento