La minaccia di Soros: “Trump sparirà nel 2020 o anche prima”

Condividi!

E minaccia la libertà sulla rete. L’amministrazione Trump e’ “ovviamente un pericolo per il mondo”, ma “un fenomeno assolutamente transitorio che sparirà nel 2020 o anche prima”. E’ la minaccia dello speculatore George Soros, che deve essere alquanto disperato per dichiararlo urbi et orbi, invece di brigare come al solito in silenzio. Quando uno squalo emerge, significa che lui, non la preda, ha i giorni contati.

Soros ha in tasca 14 parlamentari italiani più Kyenge

Poi Soros si è lanciato anche contro “l’ascesa e il monopolio” di Google e Facebook, ovviamente per i motivi opposti ai nostri, secondo lo speculatore hanno svolto “un ruolo innovativo e liberatorio”, ma ora stanno causando “una serie di problemi di cui solo ora iniziamo a prendere coscienza”. Tradotto significa che finché servivano a sollecitare le rivoluzioni colorate andavano bene, ora che i cittadini occidentali li utilizzano per aggirare il monopolio dei media di distrazione di massa, non più.

VERIFICA LA NOTIZIA

Quindi devono essere “regolamentati”, ha detto Soros parlando a Davos, perchè altrimenti “difficilmente cambieranno: non hanno né la volontà né l’inclinazione a proteggere la società dalle conseguenze delle loro azioni. Sono dunque una minaccia e spetta alle autorità di regolamentazione proteggere la società contro di loro. I loro giorni sono contati”, ha comunque assicurato il finanziere visto che “il rischio è che Facebook e Google contribuiscano all’ascesa dei nazionalismi”

Poi la minaccia diretta parlando delle sue fondazioni: “Di solito si sono concentrate sul cosiddetto mondo in via di sviluppo, ma ora che la società aperta è in pericolo anche negli Stati Uniti e in Europa, stiamo spendendo più della metà del nostro bilancio più vicino a casa”.

Siamo in guerra. Lui ha i soldi. Noi abbiamo palle e ideali.

Immigrati, gli avvocati di Soros vanno fino in Sudan per riportarli in Italia

Uomini di Soros hanno scritto il programma immigrazione del M5S




Lascia un commento